Master di Scherma e Prova del Circuito Europeo – Master – Terni

3° posto per il Presidente Carlini
22esimo il M° Garbini, 33esimo il M° Padrichelli

Si è conclusa la quarta prova nazionale Master di scherma e prova del Circuito europeo veterani di sciabola, svoltisi a Terni. Presso il Palatennistavolo “Aldo De Santis” circa cinquecento atleti hanno incrociato le lame, per proseguire la qualificazione ai campionati italiani di categoria, che si svolgeranno a Vercelli in giugno, e per consentire ai commissari tecnici la scelta dei convocati per i campionati europei di maggio ad Amburgo. Molti i partecipanti stranieri iscritti al Circuito europeo di sciabola venuti da Ungheria, Brasile, Spagna, Polonia, Portogallo e Finlandia.
Grande soddisfazione per l’evento e per il connubio tra sport e turismo. Queste le parole di un atleta della Federazione spagnola: “Sono rimasto colpito dalle bellezze del vostro territorio. Ho potuto assaporare la vostra cucina in un ristorante locale. Rimango colpito dall’organizzazione attenta, puntuale e precisa. Credo proprio che tornerò a Terni non solo per tirare ma anche come turista”.

Per la prova Master, nella categoria 0 (24-39 anni), Edoardo Munzone (Roma Fencing) vince la prova di Spada, 11esimo Giovanni Repetto (Scherma Grifo Perugia), 22esimo Mauro Garbini (Accademia Scherma Spoleto).

Categoria 1 (40+). Spada maschile: 1° Federico Bollati (Scherma Pavia), 8° Arrigo Fasoli e 12° Giuseppe De Stasio (Circolo Scherma Terni), 18° Thonathan Volpi (Club Scherma Foligno).
Spada femminile: 12 Marzia Pelà (Comini Padova), 3a Valeria Carlini (Accademia Scherma Spoleto).

Categoria 2 (50+)
. Fioretto femminile: prima Elena Benucci. Spada maschile: primo Gabriele Vincenzi (Club Scherma Koala), terzo Tommaso Vichi e 13esimo Alessandro Bartoli (C.S.Terni), 24esimo Alessandro Berrettoni (Scherma Altotevere), 33esimo Lorenzo Padrichelli (A.S.Spoleto).

Categoria 3 (60+). Fioretto maschile: primo Michele De Santis (Giulio Verne Scherma), terzo Francesco Tiberi (C.S.Terni).
Spada maschile: primo Paolo Belli (Scherma Cariplo Piccolo Teatro Milano), nono Roberto Di Matteo (S.Altotevere), 27esimo Carlo Grottesi (C.S.Filigno).
Sciabola maschile: primo Paolo Busi (Officina della Scherma Mirano), terzo Enrico Antinoro (Scherma Fortebraccio).

“Ho visto molto entusiasmo da parte degli atleti partecipanti” ha affermato al termine della due giorni di gare il presidente dell’Associazione italiana Master di scherma, Leonardo Patti, “per il clima di grande sportività e normalità venutosi a creare, anche grazie alla presenza del pubblico”. La manifestazione, infatti, nel pieno rispetto delle normative anticontagio ha aperto le porte sino ad una capienza del 60% della struttura. Con il patrocinio della Fondazione Carit, nel corso della manifestazione è stato lanciato il secondo episodio del documentario di scher-
ma e territorio nel progetto “Fencing Experience” realizzato dall’azienda ternana Jok Produzioni.